advertisement

Viaggiare in Egitto, guida alle sue bellezze e monumenti

Giorgia

Ecco 6 dei più importanti monumenti da non lasciarsi scappare in Egitto: piramidi, Sfinge, Luxor e tantissimo altro

advertisement

Se avete in programma un viaggio in Egitto, ci sono dei luoghi d’interesse turistico che non potete lasciarvi scappare. Si tratta, in particolare, di monumenti che racchiudono in sé l’intera storia di questo popolo che s’intreccia anche in parte con la nostra. Se, poi, desiderate concentrarvi sul relax, qualche giorno a Sharm El Sheikh è più che consigliato.

Le piramidi di Giza

Egitto

Piramide di Chefren
(foto: Luciana.Luciana – Flickr)

Le piramidi sono uno dei monumenti simbolo dell’Egitto. Ricche di storia, sono le tombe degli antichi faraoni (Cheope, Kakhet e Chefren) che nell’Antico Egitto hanno regnato su questa terra. Quando vi troverete davanti alla piramide di Cheope, quella più alta delle tre, sappiate che state osservando una delle sette meraviglie del mondo. A proteggerle, la bellissima Sfinge, l’animale mitologico metà leone e metà uomo.

I templi di Abu Simbel

Egitto

Abu Simbel (foto: pyramidtextsonline – Flickr)

Abu Simbel e i suoi due templi sono altri due importanti monumenti da non lasciarsi scappare quando si è in Egitto. Il più grande è dedicato al faraone Ramses II e il più piccolo alla regina Nefertari, la sua sposa. La loro caratteristica è l’essere stati intagliati nella roccia. Sulla loro parte frontale si vedono i due regnanti circondati dalle divinità del pantheon egiziano.

Il tempio di Luxor

Egitto

Tempio di Luxor
(foto: EmsiProduction – Flickr)

Il tempio di Luxor è la perla dell’omonima città egizia. È stato realizzato, in particolare, da più faraoni e, di conseguenza, in periodi diversi: ognuno di loro ha aggiunto decorazioni e architetture che lo hanno reso uno dei monumenti più importanti dell’Egitto. Al suo interno si possono osservare le statue di Ramses II e di Nefertari.

advertisement

La valle dei Re, Luxor

Egitto

Valle dei Re
(foto: Eugene Regis – Flickr)

Sempre a Luxor si trova un’altra importantissima serie di monumenti da non lasciarsi scappare. Si tratta della cosiddetta Valle dei Re, una località turistica nei pressi del Cairo all’interno della quale è possibile visitare le tombe e i monumenti dedicati agli antichi re, ai nobili e persino ai loro animali domestici. Tra le tombe più importanti c’è quella di Tutankamon, il famoso re bambino.

Piramide di Saqqara

Egitto

Piramide di Sakkara
(foto: isawnyu – Flickr)

Se si ha in programma un viaggio in Egitto non si può evitare di visitare la prima delle piramidi costruite, la famosa piramide a gradoni di Saqqara. È stata realizzata da Imhotep, un famoso visir egiziano e architetto autore di spettacolari opere architettoniche iniziò e ritenuto il fondatore della medicina egizia.

Tempio di Horus – Edfù

Egitto

Tempio di Horus
(foto: vavva_92 – Flickr)

Se si sceglie di navigare il Nilo, non si può perdere il tempio di Horus dedicato a una delle più importanti divinità del pantheon egizio. Il suo perfetto stato di conservazione rende visibili ancora oggi i numerosi geroglifici che ne decorano la facciata. All’interno, invece, è ricco di colonne elevatissime e capitelli dall’architettura straordinaria.