advertisement

Isole Lofoten, un paradiso nel mar di Norvegia

Redazione

Le isole Lofoten sono tra gli arcipelaghi più suggestivi del mondo. Una tappa obbligata per gli amanti dei paesaggi nordici. 

advertisement
Isole Lofoten, un paradiso nel mar di Norvegia

Nel cuore più selvaggio della Norvegia, tra le gelide acque del mar del nord sorgono le spettacolari Isole Lofoten.  Questo arcipelago ha una superficie totale di 1.227 km² e una popolazione di 24.000 abitanti. La spettacolare bellezza dei panorami che queste isole offrono attirano turisti da tutti il mondo affascinati non solo dalle terse acque del Mar di Norvegia ma anche dalle montagne che finiscono a strapiombo sul mare creando una cornice davvero suggestiva.

Le isole Lofoten, inoltre, offrono un perfetto punto di osservazione per uno dei fenomeni più suggestivi e stupefacenti: il sole di mezzanotte. Con l’avvicinarsi del solstizio d’estate in alcune zone del pianeta, il Sole non scende mai sotto l’orizzonte rimanendo sempre visibile anche di notte. Questo fenomeno non potete davvero perdervelo se decidete di fare delle Isole Lofoten la vostra meta di vacanza. stessa cosa vale per chi aspira a non perdersi l’aurora boreale.

Vicino al polo nord ma non così freddo

Se le Isole Lofoten sono la vostra destinazione non temete per il clima. Nonostante la vicinanza con alcuni dei punti più gelidi del globo, grazie alle correnti provenienti dal Golfo, le temperature sono miti. Basti pensare che la temperatura più bassa registrata negli ultimi anni non è scesa al di sotto dei -13° nel mese di febbraio. Le massime, invece, ad agosto hanno raggiunto anche picchi di 26°.
Tra le più antiche città del Circolo polare artico vi è Svolvær, una delle principali città dell’arcipelago norvegese. Sembra che le sue origini, testimoniate da alcuni reperti archeologici, risalgano al 3000-4000 a.C.

Ma chi che rese famose le Lofoten in tutto il mondo fu il veneziano Pietro Querini che, nel 1432 capitò per caso su queste terre in seguito a problemi durante la navigazione. Querini visse e conobbe fin nel profondo la cultura di questi posti e apprese le tecniche di essiccazione del merluzzo che danno vita allo stoccafisso. Le importò in Italia e da allora il merluzzo è uno dei pesci maggiormente consumati e presenti sulle nostre tavole e, tra quelli più richiesti vi è proprio quello delle Isole Lofoten.

advertisement

Isole Lofoten: lontane ma facilmente raggiungibili

Si è sempre pensato che il polo Nord fosse lontanissimo ma, grazie alle numerose compagnie aeree che coprono queste tratte, raggiungere le Isole Lofoten non è così complicato. Ogni giorno ci sono voli che collegano l’aeroporto di Oslo e l’aeroporto di Evenes a Harstad/Narvik, sia d’estate che di inverno. Partendo da Oslo in solo 1 ora e 30 minuti potrete essere a destinazione. Ma, l’aereo non è l’unico mezzo di trasporto disponibile per raggiungere l’arcipelago norvegese. Giornalmente la città di Narvik è raggiungibile partendo dalla stazione dei treni di Stoccolma/Göteborg.

E se invece preferite muovervi in auto potete percorrere la Lofast, una via di comunicazione che vi consentirà di raggiungere le Lofoten dalla terraferma senza prendere la nave. Il tratto stradale Lofast vi permetterà di arrivare a Svolvær in auto in meno di 2 ore e mezza. Per muovervi tra le differenti isole che compongo l’arcipelago delle Lofoten, invece, esistono degli autobus pubblici che collegano giornalmente Narvik e Svolvær.

Tra le attrazioni più caratteristiche delle isole Lofoten vi è senza dubbio il villaggio di pescatori Nusfjord. I suoi edifici furono realizzati tra la fine del XIX e l’inizio del XX secolo. Questo complesso di edifici fa di questo villaggio il più attrattivo dell’arcipelago. Inoltre, proprio qui, gli archeologi hanno ritrovato tracce dei primi insediamenti risalenti al V secolo. Le isole Lofoten sono davvero straordinarie per questo, negli ultimi anni, sono tornate ad essere le più gettonate tra i turisti di tutto il mondo.

Immagine di copertina: pixabay.com

advertisement