advertisement

Las Vegas, la guida e i luoghi da non perdere

Redazione

Sfarzo, eccesso, gioco d’azzardo legalizzato e alcolici in grande quantità ad ogni ora del giorno e della notte: Las Vegas è la “città del peccato” per antonomasia. Scopriamo insieme tutti i dettagli della seconda città americana che non dorme mai.

advertisement
Las Vegas, la guida e i luoghi da non perdere

Sfarzo, eccesso, gioco d’azzardo legalizzato e alcolici in grande quantità ad ogni ora del giorno e della notte: questa è Las Vegas, che non a caso si è guadagnata il soprannome di “città del peccato” (Sin City).  Non bisogna però trascurare che Las Vegas è anche diventata una sede primaria per congressi,  fiere e tanto shopping, riuscendo così ad attirare un consistente turismo d’affari.  Scopriamo insieme tutti i dettagli della seconda città americana che non dorme mai.

LEGGI ANCHE: Visitare New York

Las Vegas: un mondo in miniatura

Nella capitale del gioco d’azzardo, le attrazioni principali sono ovviamente i casinò, ma anche una serie di hotel importanti e ormai famosi. Molti di questi si concentrano lungo la Strip, il lungo boulevard che taglia in due la città, e la loro struttura rende omaggio ad alcune fra le più importanti attrazioni del mondo, come il Caesar Palace, ispirato all’antica Roma; il Paris, con tanto di riproduzione della torre Eiffel e Arco di Trionfo; il Luxor, a forma di piramide di vetro nero e acciaio e infine il Venetian,  con ponti e canali in stile veneziano sui quali navigano le gondole. Di recente costruzione è invece il City Center, una straordinaria infrastruttura che ospita hotel, condomini, centri per convention, mall, casinò, locali e beauty farm. A circa 5 chilometri dal centro città si trova l’interessante Imperial Auto Museum, dove sono esposte automobili d’epoca appartenute a personaggi storici illustri.

advertisement

Come arrivare e dove sostare

Purtroppo non esistono voli diretti dall’Italia. Tra i voli più comodi ci sono quelli di British Airways e di American Airlines che in circa 17 ore di tempo, scalo compreso, collegano Roma o Milano a Las Vegas. Dopo essere atterrati al McCarran International Airport, un servizio navetta (offerto dall’azienda Greyhound) condurrà i turisti nel cuore della città. Per chi volesse un’alternativa più intima e sicuramente low cost agli hotel lungo la Strip, consigliamo di prenotare per tempo, tramite portali specializzati come Booking.cm, un B&B a pochi chilometri dal centro della città.

Non solo Las Vegas:  i luoghi da non perdere nel Nevada

A meno di tre ore di macchina, verso ovest, si incontra la Death Valley, un deserto aridissimo difficile da attraversare se non si è attrezzati. Per questo motivo ti consigliamo di chiedere ad un tour operator tutte le informazioni e le precauzioni da prendere per sostare in questo ambiente ostile. In direzione est invece di raggiunge, in 4-5 ore d’auto, il Grand Canyon con il suo favoloso scenario di rocce che al tramonto si accendono di rosso. Con qualche ora di strada in più, si arriva alla Monument Valley, contraddistinta dalle famose sculture naturali formate da roccia e sabbia che hanno fatto da sfondo a tanti film western. A 170 miglia da Las Vegas si trova uno dei parchi naturali più belli del Sudovest americano, quello di Zion.

Immagine di copertina: pixabay.com

advertisement