advertisement

Spalato, guida alla città della Croazia patrimonio dell’UNESCO

Giuseppe

Tra spiagge, musei e una frenetica vita notturna ecco cosa vedere a Spalato, splendida località sul mare della Croazia.

advertisement

Quando si parla di viaggi in Croazia è inevitabile pensare alle spiagge: la nazione si affaccia ad ovest sul mare Adriatico, e può contare su una serie di acque incantevoli e cristalline in cui immergersi. Tra le città più importanti della Croazia troviamo certamente Spalato, seconda del paese per numero d’abitanti. Stiamo parlando di una località ricca di luoghi d’interesse, non solo per quanto riguarda mare e spiagge: Spalato può infatti contare sul Palazzo di Diocleziano, parte del patrimonio dell’UNESCO, sul Museo Archeologico e su tante altre attrazioni di natura culturale. Se non avete particolare tempo da impiegare, potrete visitare la città in tempi davvero ridotti. Cosa vedere a Spalato in un giorno, quindi? Noi ve lo diciamo.

Spiagge di Spalato e vita notturna

Le spiagge della Croazia sono tra le più belle ed apprezzate d’Europa, e quelle presenti a Spalato non fanno eccezione. Risultano particolarmente affollate nel periodo estivo, quindi sarebbe buona idea prenotare la propria vacanza per i primi di luglio o il mese di giugno, quando l’afflusso massiccio di turisti è ancora lontano. Le spiagge di Spalato si trovano principalmente intorno al monte Marjan, e si suddividono nella spiaggia Kasjuni, nella spiaggia Kastelet, nella spiaggia Bacvice, la più famosa del lotto, nella spiaggia Ovcice e nella spiaggia Znjan. Esse si trovano piuttosto distanti dal centro, ed è quindi buona norma affittare una bicicletta oppure utilizzare i mezzi pubblici per raggiungerle. Anche la vita notturna di Spalato regala particolari emozioni: il ST-Riva, situato proprio vicino al Palazzo di Diocleziano, è sicuramente uno tra i locali più vivi e rinomati della città; alternativamente, si può puntare sul bar Gaga, sull’eccentrico Red Room (di nome, di fatto), sul Vanilla Club, sull’Hemingway, sull’O’hara (particolarmente adatto per chi ama la musica rock) e tanti altri.

Palazzo di Diocleziano

Alla domanda “cosa vedere a Spalato“, la prima risposta da dare è sicuramente il Palazzo di Diocleziano. Considerata come una tra le più importanti rovine romane attualmente presenti al mondo, fu costruita tra il 293 e il 305 dall’imperatore che dà il nome alla struttura, ed è stato eretto per fungere da fortezza. Al giorno d’oggi, di quell’antica roccaforte è rimasto ben poco, ma rimane comunque un’attrazione turistica di indubbio fascino ed interesse, tanto da meritarsi il prestigioso appellativo di “patrimonio dell’Unesco”. Il Palazzo di Diocleziano spazia attraverso i suoi 30.000 metri quadrati, ed è possibile fare il suo ingresso attraverso quattro porte, la porta Aurea, la porta Argentea, la porta Ferrea e la porta Bronzea, dislocate rispettivamente a nord, est, ovest e sud della roccaforte. Una volta all’interno, si potrà ammirare ciò che è rimasto di quella che, ai tempi, fu una vera e propria cittadella: si potranno comunque ancora apprezzare diversi monumenti significativi (come la Cappella di Arnir, il Palazzo Papalic e il museo).

advertisement

Museo archeologico di Spalato

È il più antico museo della Croazia, e contiene al suo interno numerosissimi reperti appartenenti al periodo preistorico, romano e medioevale. Fondato nel 1820, presenta inoltre una sterminata biblioteca, contenente circa 30.000 libri riguardanti la storia dell’intera regione della Dalmazia, in cui è di fatto situata la stessa Spalato. In alternativa, è possibile visitare il museo di monumenti archeologici della Croazia, un museo di carattere nazionale che può vantare l’esibizione di numerosi oggetti di valore risalenti al periodo bizantino, tra cui armi di guerrieri, gioielli, diademi e quant’altro.

Cosa vedere tra Spalato e Dubrovnik

Cosa vedere a Spalato dopo ciò? Tale città può contare su una tradizione millenaria, di conseguenza i luoghi d’interesse storico risultano molteplici: abbiamo la città museo di Spalato (Split), la Cattedrale di San Doimo e la Galleria d’Arte. Se invece volete trascorrere dei puri momenti di svago, non dovete lasciarvi scappare l’Escape Room di Spalato, dove dovrete racimolare diversi indizi per tentare di uscire dalla stanza in cui vi hanno “imprigionato”, in uno dei classici giochi che tanto stanno spopolando anche qui in Italia. Se ci si vuole immergere nella natura incontaminata, non bisogna assolutamente lasciarsi scappare il parco nazionale Krka, da visitare sia in estate, sia nelle altre stagioni. Se avete un po’ più di tempo da spendere per la vostra vacanza a Spalato, potrete spostarvi nelle sue vicinanze e godere dei divertimenti che propongono le città vicine. Di fronte alla città, infatti, possiamo trovare un vero e proprio arcipelago, comprendente alcune tra le località estive più gettonate dai turisti italiani: tra le isole della Dalmazia, infatti, figurano l’isola di Hvar e quella di Brač, per continuare a trascorrere una splendida vacanza estiva nei Balcani. Rimanendo sulla terra ferma, ci si può spostare a Dubrovnik, città celebre per la sua movimentata vita notturna e per essere una tra le mete per single più apprezzate.

Aeroporto Spalato: come giungere in aereo

Per arrivare a Spalato è consigliato utilizzare l’aereo: non solo perché l’aeroporto di Spalato è uno tra i più importanti d’Europa, ma anche perché i costi dei voli dall’Italia a Spalato non risultano particolarmente eccessivi: si parte infatti dai 70 € a persona. Dall’aeroporto sarà poi possibile raggiungere facilmente il centro cittadino tramite la linea n°37 e la n°38. In alternativa, si può adoperare la via marittima, prendendo un traghetto in partenza da Ancona.

advertisement