Bratislava, cosa fare e cosa vedere

Monica

Il Danubio tocca paesi e luoghi stupendi, uno di questi è Bratislava con le sue piazze e i suoi castelli; ecco cosa vedere a Bratislava.

Bratislava è la città più importante della Slovacchia nonché la capitale del giovane Stato che si trova nell’Europa Centro Orientale.

La capitale slovacca è molto vicina ai confini austriaci e ungheresi, Vienna dista appena due ore e Budapest circa tre ore. Viaggiare tra le tre capitali europee potrebbe essere una bella esperienza da fare, sono facilmente collegate dal Danubio.

Bratislava si visita facilmente in un week-end, tutte le principali attrazioni della città e i monumenti più importanti da vedere sono concentrati nel centro storico. Un insieme di strade e vicoli in gran parte zona pedonale che sembrano condurre alle piazze principali. Il borgo si è sviluppato sulle rive del Danubio e ai piedi del Castello che domina la città.

Per non perderti nulla della capitale slovacca ecco 10 cose da fare e vedere a Bratislava.

Centro storico di Bratislava

Indubbiamente tutti i visitatori di Bratislava fanno tappa nel centro storico cittadino. Si tratta di un borgo medievale circondato un tempo da mura difensive che consentivano l’accesso alla città attraverso quattro porte, purtroppo andate distrutte tranne che una: la Porta di San Michele.

Nel centro storico di Bratislava ci sono molte cose da vedere, non solo monumenti. Gli stessi palazzi colorati e decorati in stile diverso riescono a creare scenari suggestivi che difficilmente dimenticherai. Il Mirbach Palace e il palazzo Pálffy ad esempio sono assolutamente da visitare.

La strada principale della parte vecchia della città slovacca è la Ventúrska che dal lungofiume cambiando nome in Michalská, conduce direttamente alla Torre di San Michele. L’edificio fortificato che dava accesso alla città oggi è un museo. Offre anche panorami mozzafiato dall’alto delle sue terrazze.

Le piazze di Bratislava

In ogni città le piazze sono sempre state il centro della vita politica, economica e sociale. Bratislava non è da meno, il fulcro vitale può essere ricondotto a Hviezdoslavovo námestie e Hlavné námestie.

La prima è un lungo viale alberato molto vicino al Danubio, famosa per il Teatro Nazionale che domina l’area. La seconda è invece la piazza del Vecchio Municipio di Bratislava famosa anche per la fontana del Roland.

Entrambe le piazze permettono di vedere monumenti, statue, fontane, palazzi storici che hanno tanto da raccontare. Distano tra loro pochi minuti camminando a piedi lungo la Rybárska brána che letteralmente dalla lingua slovacca significa Porta del Pescatore. Quella strada conduceva ad un piccolo passaggio pedonale tra le mura cittadine che rappresentava una delle porte di accesso alla città. I resti sono visibili.

Castello di Bratislava

Al di là del Duomo attraversata la strada, iniziano i sentieri che portano al Castello di Bratislava, il simbolo della capitale slovacca. La vecchia fortezza ospita oggi collezioni del Museo Nazionale Slovacco e dalle alture si possono godere incredibili viste sulla città sottostante.

Duomo di San Martino

Dalla piazza Hviezdoslavovo námestie si arriva facilmente al Duomo di San Martino che sorge ai confini del centro storico. L’edificio è la Cattedrale di Bratislava, ovvero la chiesa dei re dove i reali ungheresi venivano incoronati. La stessa torre del Duomo di San Martino mostra sulla sua punta la corona reale ungherese.

Palazzo Grasalkovič

Una delle attrazioni di Bratislava meta di molti turisti è il Palazzo Grasalkovič a Hodžovo námestie. Lo splendido edificio rococò è la residenza del Presidente slovacco, peccato non sia sempre aperto ai visitatori. Possono invece essere visitati i giardini che sono un parco pubblico.

Slavin

Su una della alture che sovrastano Bratislava è stato creato lo Slavin, ossia il Memoriale che dà onore ai soldati russi morti durante la liberazione della città dalle forze naziste. Il parco mostra lapidi, targhe monumenti che ricordano i tristi eventi della seconda guerra mondiale.

Chiesa Blu

Non puoi andar via da Bratislava senza aver fatto tappa alla Chiesa Blu. L’edificio dedicato a Santa Elisabetta è interamente colorato di blu anche internamente. La Chiesa è aperta al pubblico ed è possibile visitarla nel rispetto delle funzioni religiose.

Danubiana

Per i viaggiatori più romantici  a circa 20 chilometri a sud di Bratislava c’è un’esposizione di arte moderna all’aperto creata su un isolotto. È la Danubiana Meulensteen Art Museum il cui fascino è naturalmente amplificato dall’ambiente circostante soprattutto di sera quando le luci si riflettono sulle acque del Danubio.

Crociera sul Danubio

Il fiume che attraversa Bratislava non può che creare un ambiente magico. Se vuoi rendere indimenticabili le tue vacanze in terre slovacche non puoi non fare una crociera sul Danubio. A bordo di un catamarano puoi raggiungere facilmente Vienna o spingerti fino a Budapest la capitale ungherese che proprio come quella slovacca è tagliata in due dal corso del fiume.

Castelli della Slovacchia

Il territorio che oggi costituisce la Repubblica Slovacca da sempre è stato oggetto di contesa tra i Regni del di ogni tempo. Segnava il confine tra l’occidente e l’oriente ed era in una posizione strategica per il controllo delle rotte commerciali fluviali. Proprio per questo la zona è ricca di castelli, fortezze e fortificazioni.

I Castelli della Slovacchia sono famosi in tutto il mondo, alcuni di essi sono solo ruderi come il Castello di Devin a circa 15 chilometri a nord di Bratislava risalendo il Danubio. Altri castelli sono però fiabeschi e sembrano essere usciti da libri di favole, da vedere il Castello di Bojnice ad esempio, un po’ distante dalla capitale slovacca ma sicuramente vale la pena affrontare il viaggio.

Video correlato

Immagine di copertina: pixabay.com

LASCIA UN COMMENTO »