Civita di Bagnoregio, cosa fare e cosa vedere

Monica

Civita di Bagnoregio: dove si trova e cosa vedere un questo piccolo, antico borgo etrusco detta anche la città che muore.

Civita di Bagnoregio, cosa fare e cosa vedere

Antico borgo di origine etrusca, Civita di Bagnoregio è una piccolissima frazione in provincia di Viterbo. Potreste nominare un’altra città con soli 11 abitanti? Nei paesaggi caotici della città oggi ci sembra impossibile, eppure, è la realtà: Bagnoregio offre i più grandi spettacoli naturali, degni di un film fantasy, avvolgendo il piccolo centro in un verde rigoglioso. Tuttavia, il soprannome dato da Bonaventura Tecchi non è casuale: purtroppo, questo luogo è situato su un terreno tufaceo molto instabile, continuamente esposto ad un’aggressiva erosione.

Civita di Bagnoregio: la “città che muore”

Civita di Bagnoregio è un piccolo borgo tutto da scoprire. Ecco i luoghi più importanti da visitare a Bagnoregio.

La piazza

Ma facciamo un giro con la tranquillità che questo luogo ci offre. Non appena entriamo nel piccolo borgo, è difficile non notare che esso è costeggiato da ben cinque porte: la più grande ci conduce nella piazza principale, il cuore della sua storia, che custodisce la chiesa di san Donato e il suo campanile. Chi non ha mai visto il Pinocchio di Sironi? Sapreste dire che il negozio del pasticciere è proprio nella porta principale?

bagnoregio viterbo

Civita bagnoregio (Foto©Pixabay)

La grotta di San Bonaventura

Come tutte città medievali che si rispettino, anche qui una leggenda contorna i caratteri misteriosi del borgo: a Bagnoregio, infatti, sorgeva un convento francescano arcaico (poi andato distrutto nel 1794), e qui San Francesco conobbe e curò da una malattia il figlio di una donna, che per ringraziarlo, promise che egli sarebbe diventato un discepolo di Dio. E qui, più di ottocento anni dopo, possiamo ammirare la sua tomba.

La chiesa di San Donato

Tappa imprescindibile è il duomo di San Donato, situato al centro della piazza principale, dove possiamo ammirare un bellissimo crocefisso ligneo, che imbellisce la cattedrale. Non c’è da stupirsi se dal 600 questo luogo è stato anche sede vescovile. La chiesa di san Donato, infatti, è un crocevia di ere: l’impianto di origine romanico, presenta una facciata rinascimentale di indubbia bellezza e a contrasto con il campanile alle sue spalle, al cui interno sono anche custoditi due sarcofagi etruschi.

Il Museo Geologico e delle Frane

Civita di Bagnoregio è un patrimonio da salvaguardare e valorizzare.  Questo è il primo obiettivo del museo: infatti, nelle varie sale, è possibile assaggiare il sapore della storia di questa città, almeno per qualche ora. Fossili, resti di frane e depositi vulcanosi, ma il museo si preoccupa anche di monitorare i problemi di erosione e archiviare dati utili per la protezione del borgo.

il paese che muore

Civita di bagnoregio cosa vedere (Foto©Pixabay)

Cosa vedere vicino Civita di Bagnoregio

Senza dimenticare che a soli 20 km è possibile raggiungere in poco tempo Viterbo e anche Orvieto, due dei centri più fiorenti dell’Italia centrale. Bagnoregio è una culla cinematografica. Basta guardarsi attorno per respirare la sua natura: alti alberi che costeggiano il panorama, le rupi che si affacciano sui torrenti,  e le grandi vallate piane. In Puoi baciare lo sposo è lo sfondo di una delle più belle e diverse storie d’amore: “Tu mi hai fatto sentire a casa come non mi era mai successo”, è la dichiarazione del protagonista.

Immagine di copertina: pixabay.com

Video correlato

8,74€
12,00
disponibile
1 nuovo da 8,74€
Amazon.it
Spedizione gratuita
8,50€
10,00
disponibile
4 nuovo da 8,50€
Amazon.it
Spedizione gratuita
6,80€
8,00
disponibile
5 nuovo da 6,80€
1 usato da 7,90€
Amazon.it
Spedizione gratuita
11,05€
13,00
disponibile
7 nuovo da 11,05€
2 usato da 15,97€
Amazon.it
Spedizione gratuita
15,30€
18,00
disponibile
4 nuovo da 15,30€
Amazon.it
Spedizione gratuita
13,50€
disponibile
2 nuovo da 13,50€
1 usato da 32,90€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il dom 20 ottobre 2019 04:32
LASCIA UN COMMENTO »