Mauritius, cosa fare e cosa vedere

Monica

Mauritius, quando andare, cosa vedere, cosa fare nelle isole Maurizie, le spiaggie più belle di Mauritius, cosa mangiare e cosa portare dalle Mauritius.

Mauritius, cosa fare e cosa vedere

Mauritius, un Paese insulare dell’Oceano Indiano, è conosciuto per le spiagge, le lagune e le barriere coralline. Le montagne dell’interno ospitano il Black River Gorges National Park, con foreste pluviali, cascate, sentieri escursionistici e animali come la volpe volante. Nella capitale Port Luis si trovano l’ippodromo di Champs de Mars, la villa coloniale Eureka e il giardino botanico intitolato a Sir Seewoosagur Ramgoolam, risalente al XVIII secolo.

mauritius clima

Mauritius isole (Foto©Pixabay)

Quando andare alle Mauritius

Quando visitare Mauritius? Come abbiamo già detto l’isola gode di un clima mite tutto l’anno con precipitazioni occasionali, ma i periodi più piacevoli per visitarla sono quelli tra aprile e giugno e tra settembre e dicembre.

Ovviamente vanno fatte delle precisazioni a seconda della vacanza che si vuol fare: l’estate (il giorno dura dalle 5.30 alle 19.00), che qui va da novembre ad aprile, è il periodo migliore per le immersioni subacquee, in particolare da dicembre a marzo, e per la pesca d’altura. L’inverno (il giorno dura dalle 6.45 alle 17.45), che va da maggio a ottobre, ed è caratterizzato da temperature più fresche e venti più forti che tendono a soffiare sull’isola da est e sud-est, è la stagione migliore per il surf (giugno-agosto).

Cosa vedere alle Mauritius

Port Louis, di fondazione abbastanza recente (parliamo del XVIII secolo), la capitale mauriziana si trova sulla costa nord-occidentale dell’isola ed è un centro vivace, cosmopolita e ricco di luoghi da visitare e scoprire. A partire dalla Place D’Armes, nel centro storico della città, circondata da “palme bottiglia”, passando per l’Aapravasi Ghat, sito Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO, punto in cui gli immigrati indiani sbarcavano nel loro esodo verso l’Africa a seguito dell’abolizione della schiavitù.

Dal Museo di Storia Naturale al BRIC, punto nel quale i servi a contratto provenienti dall’India sbarcavano all’arrivo dalla traversata oceanica. Qui si possono ammirare anche oggetti recuperati da scavi archeologici, oltre a reperti relativi alla tratta dei servi a contratto. E ancora il Champ de Mars dove assistere, insieme alla popolazione locale, alle seguitissime corse di cavalli, sport molto amato dai mauriziani. Infine, per gli amanti dello shopping, merita una visita l’area del lungomare di Caudan, tappa obbligatoria per i turisti a caccia di brand internazionali, a prezzi scontati, ma anche per soddisfare le richieste del palato, grazie ai numerosi ristorantini che si trovano in questa zona.

dove si trovano le mauritius

Isola mauritius (Foto©Pixabay)

Cosa fare nelle isole Maurizie

L’Ile aux Cerfs è uno scrigno che contiene tutto questo e molto di più. Un meraviglioso campo da golf 18 buche progettato dal famoso fuoriclasse Bernhard Langer sarà molto apprezzato dagli appassionati di questa disciplina, sessioni di spettacolare snorkeling nella laguna allieteranno adulti e piccini, crociere in motoscafo, piroga, barca con fondo di vetro permetteranno agli amanti degli abissi marini di godere appieno di questo mare splendido.

Le spiaggie più belle di Mauritius

Le migliori spiagge, quelle che senza dubbio meritano una visita, sono Pereybère, Flic en Flac, Belle Mare, Le Morne, Blue Bay e Ile aux Cerfs.

Pereybère: rilassante, nonostante sia frequentata soprattutto dai giovani. Questa spiaggia del Nord, ha un’acqua dai colori intensi e dai fondali profondi, perfetti per lo snorkeling.

Flic en Flac: il nome pare derivi dal rumore dei passi sul suo bagnasciuga. Questa spiaggia della costa occidentale è una lunga lingua bianca circondata da pame da cocco.

Belle Mare: sulla costa Est, Belle Mare è la più conosciuta e forma un’ampia laguna con gigantesche distese di sabbia bianca. La sua barriera corallina lascia senza fiato.

Le Morne: scendiamo a Sud per stenderci su questa meraviglia che vede un blocco di roccia basaltica dominarla incontrastato. Ventosa è perfetta per windsurf e kite.

Blue Bay: ancora Sud per questa tranquilla spiaggia perfetta per le famiglie con i bambini al seguito. Di forma circolare, vanta un fitto palmeto. Tra le attività: surf, snorkeling e vela.

Ile aux Cerfs: lungo la costa sudoccidentale, l’isola dei Cervi è la località più deliziosa di tutta Mauritius, con un mare azzurro sfumato che invita a lunghi bagni rigeneratori.

mauritus

Mauritius island (Foto©Pixabay)

Cosa mangiare a Mauritius

Il tesoro nero di Mauritius è la vaniglia: stecche così in Italia non se ne vedono, quindi vi conviene farne scorta. Io l’ho trovata al mercato di Saint Louis, ma è reperibile facilmente in tutta l’isola.

Attenzione però perché si tratta di vaniglia fresca, quindi da consumare piuttosto rapidamente per evitare che ammuffisca.

I lychees a Mauritius sono un affare serio. Li trovate freschi praticamente ovunque, sono molto più grandi di quelli che noi siamo abituati a trovare sugli scaffali del supermercato nel periodo di Natale.Potrebbe capitarvi anche di assaggiare un vino ai lychees.

Va da sé che sull’isola abbonda frutta di ogni genere: anguria, mango, cocco, ananas, papaya. Insomma potete sbizzarrirvi.

C’è un posto a Mauritius che vi entrerà nel cuore e rimarrà lì: si chiama Maison Creole Eureka e si trova a Moka, cittadina sede dell’Università di Mauritius. Considerata il cuore della cultura creola, si tratta di una casa coloniale trasformata in museo ed è uno dei pochi esempi rimasti sull’isola  a raccontare lo stile di vita creolo attraverso usi e costumi di una famiglia aristocratica. Oggi dispone anche di camere e di un ristorante che serve la cucina tipica mauriziana. Come la rougaille, una salsa a base di pomodoro, aglio, cipolla, zenzero.

Sull’isola si mangia anche un buonissimo pollo al curry, saporito e aromatico, fresco grazie alla presenza dello zenzero, speziato ma non troppo.

Il curry è una spezia molto usata nella cucina mauriziana: lo troverete in molti piatti, sia di carne che di pesce.

Curry, zenzero, coriandolo, vindaye (salsa tipica di Mauritius, di origine indiana, ottenuta mescolando mostarda in grani, aglio, zenzero, peperoncini verdi, aceto e cipollotti): l’isola è un crocevia di sapori e tradizioni culinarie molto diverse tra loro, dove le spezie hanno un ruolo da protagonista.

Isola di mauritius (Foto©Pixabay)

Isola di mauritius (Foto©Pixabay)

Cosa portare dalle Mauritius

Rum, , il Dodo : Uno degli uccelli più famosi al mondo era originario di Mauritius. Anche se non puoi più mettere le mani sulla cosa reale (sì, il dodo è stato a lungo estinto) consigliamo vivamente qualsiasi cosa dodo-blasonato. Spazia dalle t-shirt, cappellini e borse ai portachiavi e alle famose infradito. Sicuramente ti distinguerai dalla folla nella tua città natale.

The ravanne: se dovessi scegliere uno strumento musicale tradizionale prima di partire, sarebbe questo! Non lasciatevi ingannare dal suo aspetto semplice (è praticamente pelle di capra allungata su un cerchio di legno tenero). Nel momento stesso in cui le dita toccano la superficie della ravanne, il tuo cuore inizierà a battere con ritmo e padroneggerete lo strumento in pochi minuti. I prezzi variano in base alle dimensioni, ma risparmiano circa US $ 25 per uno decente.

Birra Phoenix: nessuno può lasciare il paese senza una cassa di birra Phoenix nel bagaglio. Nella stessa vena che la Coca-Cola è associata al Natale, la birra Phoenix è il simbolo dell’indipendenza a Mauritius. Insignito di numerosi premi internazionali dal 1963, potrebbe potenzialmente mettere in discussione la tua hit-parade di birre.

isole maurizius

Le isole mauritius (Foto©Pixabay)

Altri consigli prima di partire

Sebbene le isole Mauritius non siano soggette a rischi epidemici di alcun tipi e le strutture sanitarie, sia pubbliche che private, siano di buon livello è bene adottare qualche accorgimento preventivo prima di partire. Le strutture infatti potrebbero non essere adeguate a particolari emergenze. Per questo motivo è molto importante stipulare prima della partenza una polizza assicurativa che copra le spese mediche (e ne anticipi una parte) e che preveda soprattutto l’eventuale rimpatrio sanitario.

Vaccinazioni obbligatorie

A Mauritius, il vaccino per la Febbre Gialla è obbligatorio per i viaggiatori di età superiore a un anno che provengono da zone a rischio trasmissione e per i viaggiatori che hanno sostato per più di 12 ore nell’aeroporto di un Paese a rischio.

Per gli altri viaggiatori solitamente questa vaccinazione non è necessaria.

foto mauritius

Isole mauritius immagini (Foto©Pixabay)

Vaccinazioni raccomandate

Epatite A – è consigliata per tutti i viaggiatori che hanno almeno un anno di età. Bisognerebbe sottoporsi a tale vaccino almeno due settimane prima della partenza.

Tetano e difterite – sono consigliati per quei viaggiatori che non hanno ricevuto l’immunizzazione entro i 10 anni.

Inoltre, in base alle proprie caratteristiche personali e al tipo di viaggio organizzato son da valutare le vaccinazioni per Rabbia, Epatite B, Morbillo-Parotite-Rosolia.

viaggiare mauritius

Mauritius periodo migliore (Foto©Pixabay)

Immagine di copertina: pixabay.com

Video correlato

10,90€
disponibile
11 nuovo da 9,56€
1 usato da 27,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
6,71€
8,26
disponibile
10 nuovo da 6,71€
Amazon.it
Spedizione gratuita
16,30€
28,00
disponibile
19 nuovo da 15,60€
4 usato da 5,42€
Amazon.it
Spedizione gratuita
24,00€
disponibile
6 nuovo da 24,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il lun 21 ottobre 2019 18:53
LASCIA UN COMMENTO »