advertisement

Taormina, la guida completa: storia, luoghi d’arte e le spiagge più belle

Redazione

Taormina è probabilmente uno dei più importanti fiori all’occhiello della penisola. La sua storia e il paesaggio che lì si vede la rendono unica. Ecco dunque cosa non devi perderti se vai nella terra di Sicilia

advertisement
Taormina, la guida completa: storia, luoghi d’arte e le spiagge più belle

Dall’antica Grecia sino ai giorni nostri, non c’è stato nessun popolo passato di lì che non si sia innamorato di una splendida città come Taormina. Ha tutto per essere definita un posto incantato: natura e arte si incontrano e si completano a vicenda per ottenere un risultato senza paragoni.

Se sei curioso di scoprire questa perla, non ti resta che partire. Che tu sia un amante dell’avventura o del relax, non importa: a Taormina hai la possibilità di fare tantissime cose, dal visitare il ricchissimo centro storico all’esplorare la zona attorno arrivando addirittura a riserve naturali. Non dimenticare ovviamente di mangiare i piatti tipici. Ecco dunque tutto quello che devi sapere.

Taormina: la storia

Tra i luoghi di interesse di Sicilia, sicuramente anche fra i primi posti, c’è questa splendida città, che tanto può dare a chi è di passaggio o a chi, da sempre lì, non si stanca mai di vederla. La sua storia, intrecciata tra mito e realtà, parte dall’antica Grecia, in particolar modo dal IV secolo a.C. Non sappiamo bene come sia avvenuta la fondazione, ma a parlarne è già per primo Diodoro Siculo.

Il suo nome originario era Tauromenium e deriva dal monte Tauro sul quale il nucleo abitativo era stato fondato. In realtà non sappiamo dire se la fondazione sia stata greca, o se sia stata addirittura sicula. Non mancano diverse leggende che legano il nome della città collinare alla figura del Minotauro, ma non solo: pare che Taormina sia legata anche alla figura di Pitagora che qui avrebbe parlato e portato le sue conoscenze.

La posizione stupenda di Taormina permette di avere di fronte l’Etna. È situata in provincia di Messina.

I luoghi d’arte di Taormina e dintorni

Se ti stai chiedendo cosa vedere a Taormina, non hai che l’imbarazzo della scelta. Il suo centro storico è ricco di storia e tanti sono i punti di interesse che potrebbero colpirti. La prima cosa da visitare se vai a Taormina è senza dubbio il teatro greco, nonché il secondo più famoso di Sicilia. Venne edificato dai greci, ma poi passò in mano romana per essere ampliato e oggi è una perla preziosa che ancora viene utilizzata per numerosi spettacoli e concerti.

Un’altra meta che non puoi perderti è la villa comunale di Taormina, che in pieno centro rimane un’oasi di tranquillità grazie alla flora imperante. C’è poi palazzo Corvaja, che è una villa gentilizia in realtà di origine arabe e nel percorso non piò mancare il duomo di San Nicola, che è il centro religioso più importante del centro storico. Non mancano poi nei dintorni altre grandi attrazioni come l’Etna, vulcano in cui fare escursioni, oppure i giardini Naxos, punto storico di grande interesse. A poca distanza c’è anche Castelmola, il paese dei panorami e del celebre vino alle mandorle.

Le spiagge più belle di Taormina

Oltre ovviamente al centro storico e alle bellezze che rendono unico questo posto, non mancano tantissimi gioielli e chiamarli semplicemente spiagge sarebbe riduttivo. Se vuoi visitare Taormina non puoi non andare a isola Bella, un luogo incantato, che con la bassa marea si trasforma in penisola, con l’alta rimane un piccolo isolotto raggiungibile in funivia o in canoa. Lì, oltre a fare il bagno in un’acqua cristallina, potrai fare escursioni in barca e nuotare nella grotta blu.

advertisement

C’è poi la spiaggia di Mazzarò, che è a una decina di minuti da Taormina, ma che merita indubbiamente di essere vista e l’insenatura in cui è collocata è immersa nella natura. Un’altra molto amata è la spiaggia di Spisone, nell’arenile, caratterizzata da massi e sassolini. Infine non possiamo dimenticare la spiaggia di Villagonia, facilmente raggiungibile dal centro, che vanta oasi di tranquillità e distese di piccoli sassolini. Di spiagge ce ne sono molte, anche nei dintorni. Se ti avanza qualche giorno, fatti consigliare da chi è del posto per poter continuare il tuo tour in Sicilia.

Mangiare a Taormina

Come ovunque in Italia, anche a Taormina non si può non mangiare bene. Ovviamente bisogna sempre stare attenti alle fregature turistiche, ma in linea generale optare per un posticino tipico, va sempre bene, come va sempre bene farsi consigliare nel posto. A livello culinario, possiamo dire che vi è grande eterogeneità e combinazione di gusti: tutte le tradizioni dei vari conquistatori si fanno sentire, soprattutto nella grande sapienza che c’è a cucinare il pesce. Non mancano una miriade di dolci a base di frutta fresca e secca. La mandorla la fa da padrone.

Per sapere nello specifico dove mangiare a Taormina, ti possiamo consigliare qualche posto in particolare. La capinera è uno dei ristoranti più rinomati e vanta una stella michelin, anche se comunque il rapporto qualità prezzo rimane ottimo. Il ristorante Nettuno da Siciliano è un po’ caro, ma il pesce che si mangia è indescrivibile. Non può mancare però una tappa per il gelato con brioche: gelatomania può essere la meta più interessante in cui mangiare un buon gelato siciliano. Se vuoi risparmiare qualcosa, puoi andare sul ristorante sapori di mare, che ha anche menù a prezzo fisso oppure rossopeperoncino per una tappa gourmet. Entrambi economici, entrambi di qualità.

Cosa fare la sera a Taormina

È arrivato il momento di visitare Taormina di notte. Dopo aver gustato una splendida cena di pesce o un gelato goloso o magari qualche stuzzichino gourmet, due passi per il centro si devono fare: piazze e piccole vie sono tutte da esplorare. Di notte l’atmosfera si fa ancora più magica perché le luci soffuse si accendono e l’atmosfera turistica un po’ se ne va. Si respira l’aria siciliana e mediterranea di una terra senza tempo.

Non mancano comunque lounge bar e discoteche in cui fare la movida. Il morgana luxury bar ne è un esempio, così come la giara o la caparena. Ti consigliamo però di non perderti un giro serale per le spiagge, tranquillo senza confusione. Ti innamorerai ancora di più del Mediterraneo e della bellissima aria che lì si respira.

Come arrivare a Taormina

Infine, l’ultima cosa da chiedersi dopo aver conosciuto tutto ciò che c’è da sapere su questa perla della Sicilia, riguarda gli spostamenti, dunque come arrivare a Taormina. Per chi viene da lontano lo spostamento più immediato è l’aereo: l’aeroporto più vicino è quello di Catania. Da Catania si prende poi un autobus che porta facilmente proprio a Taormina. Di autobus ce ne sono all’incirca uno all’ora e impiegano 90 minuti ad arrivare a destinazione.

C’è poi la possibilità di arrivare a Taormina in treno sempre partendo dalla stazione centrale di Catania. Se poi si vuole arrivare in auto lo si può fare, anche per chi arrivando con un altro mezzo necessita di un veicolo a noleggio.

Immagine di anteprima: pixabay.com

advertisement