advertisement

Verona, cosa vedere nella città dell’amore

Monica

Inutile dirlo: la bellezza di Verona è universalmente riconosciuta. Scelta come la città dell’amore per eccellenza, non ti resta che visitarla. Ecco cosa non devi perderti.

advertisement
Verona, cosa vedere nella città dell’amore

Migliaia di turisti la visitano ogni giorno e ne rimangono incantati. La città di Verona è unica: piena di reperti antichi e di occasioni culturali, non si può non visitarla almeno una volta. La leggendaria città in cui vissero Romeo e Giulietta non lascia indifferenti.

Potrai passeggiare per le vie e le piazze del centro, potrai vedere spettacoli di grande magnificenza nella splendida cornice dell’arena, ma potrai anche salire sul balcone di Giulietta o magari fare shopping nelle vie della moda. Ecco dunque tutto quello che devi sapere se vuoi visitare Verona.

La città di Verona

Divenuta già punto di riferimento per i romani e i regni romano-barbarici, per secoli ha visto la propria pianta urbana modificarsi e ingrandirsi sempre più in base ai nuovi popoli che arrivavano. Anche nel Medioevo fu molto importante e William Shakespeare la scelse come la location perfetta per una delle sue più famose tragedie, ovvero Romeo e Giulietta.

Le cose da vedere a Verona sono davvero moltissime. La centralissima piazza Bra sarà il tuo punto di riferimento perché proprio in essa si erge la costruzione più ricordata della città, ovvero l’arena. Non ti annoierai di certo: ogni via ti regalerà preziose emozioni da condividere con chi ti accompagnerà nel tuo viaggio.

Cosa vedere a Verona

Sebbene molto piena di monumenti e punti attrattivi, Verona in un giorno si può tranquillamente vedere. Dall’arena al balcone di Giulietta, dalle mostre innumerevoli ad un caffè nella piazza principale, puoi fare tantissime cose.

Ti divertirai a scovare reperti romani in ogni angolo della città: archi, scavi, domus e non solo. E poi passeggiate lungo l’Adige, che non possono mancare. Innumerevoli sono i turisti che ogni giorno si affacciano dai ponti veronesi, soprattutto al tramonto, per poter fare scatti unici da ricordare. Verona, capitale dell’amore, ma anche della cultura e del buon vino grazie ai territori limitrofi che contano centinaia di famosissimi vigneti.

L’arena di Verona

Tra le attrazioni più conosciute, se non forse la più nota essendo unica nel suo genere, c’è l’arena di Verona. È il terzo anfiteatro romano per grandezza dopo il Colosseo e l’anfiteatro di Capua e ogni giorno attrae tantissimi visitatori. È il simbolo della città di Verona e la sua grande maestosità è ben nota.

Si trova in piazza Bra. Puoi visitarla in diverse occasioni: particolare è sicuramente farlo nel periodo natalizio, quando i vari passaggi si riempiono di piccoli e grandi presepi costruiti da veri artisti. Non solo: se vuoi passare una serata diversa dal solito, nell’arena non mancano gli eventi. Dalla lirica al teatro, dai concerti musicali alla danza: tutto ciò che ti potrebbe interessare è lì. Ti basterà rimanere informato sulle serate in programma per scegliere il periodo giusto in cui visitare il simbolo veronese.

La casa di Giulietta

A pochi metri da piazza delle erbe, c’è un altro grande simbolo della città di Verona: la casa di Giulietta non può mancare tra le tappe del tuo tour nella città. Se si chiama città dell’amore un motivo c’è ed è proprio questa graziosa casetta in via Cappello, costellata di simboli d’amore.

Prima di entrare noterai sulle pareti migliaia di piccole e grandi scritte lasciate da tanti innamorati: forse ora è un po’ caotica, ma l’amore a volte non si può fermare. Entra nella casa e fai un giro: troverai il balcone leggendario in cui Giulietta avrebbe sentito la dichiarazione d’amore del suo Romeo. Inoltre non può mancare la foto con la statua della ragazza: leggenda narra che toccarle il petto porti fortuna.

Le piazze di Verona

Il centro di questa città è molto famoso anche per le piazze bellissime che ci sono. Per un giro classico ti consigliamo di partire da piazza Bra, dove troverai tantissimi locali, alcuni molto chic, all’ombra dell’anfiteatro. Una volta visitata questa piazza, prendi via Mazzini, un’altra via storica della città, che ti porterà facilmente a piazza delle Erbe, forse il vero cuore di Verona, una chicca che ti porterà in tutti i punti di interesse più importanti della città.

advertisement

Cosa visitare a Verona

Oltre ai due importantissimi simboli della città, i luoghi di interesse di Verona sono davvero molti. Oltre a fare un giro per le vie, non puoi non trascorrere qualche piacevole momento lungo le sponde dell’Adige. Da qui, attraversando un ponte, in via Regaste Redentore, potrai immergerti nella storia grazie al teatro romano, di fianco al quale c’è anche il museo archeologico ospitato dalla sede quattrocentesca del convento dei Gesuati.

Se invece vuoi rimanere in centro non hai che l’imbarazzo della scelta: ad esempio, a pochi passi da piazza delle erbe, c’è la torre Lamberti, una torre di 84 metri di origini medievali, completata in lunghi secoli di lavoro con una grande diversità di materiali. C’è poi il complesso monumentario dedicato alla famiglia degli Scaligeri, più comunemente noto come arche Scaligere. Non può mancare infine una passeggiata a porta Borsari, simbolo romano di accesso alla città, in pieno centro storico. Poi ancora: Castelvecchio, la cattedrale e il museo civico sono punti importanti di Verona.

Cosa mangiare e bere a Verona

Per intervallare lunghe camminate, non ti resta che mangiare bene. Cosa mangiare a Verona non è difficile da sapere. Semplicemente la soluzione è rimanere legati ai piatti tipici e alle tradizioni locali. Tra i piatti più gustosi e completi della cucina veneta e veronese c’è sicuramente la cosiddetta “pasta e fasoi”, niente meno che pasta piccola con fagioli, che potrai gustare in una delle tante vie del centro.

Questa però è anche la città in cui puoi assaggiare un fantastico baccalà o la vera polenta veneta o ancora le sarde in saor e soprattutto una grande varietà di risotti: ci troviamo infatti a poca distanza dall’isola della scala e proprio tutto il territorio veronese è rinomato per la bontà dei risotti previsti. Per bere non hai che una scelta: il vino. Siamo a poca distanza dalle cantine della Valpolicella e un buon bicchiere di rosso non si nega a nessuno, soprattutto se è amarone, con il quale si fa anche un ottimo risotto.

Verona di sera

Se c’è una città magica in Italia quando cala il sole, questa è di sicuro Verona. Verona di sera infatti è qualcosa di unico: ogni angolo regala momenti speciali da condividere con le persone che ami. Ti basterà fare una passeggiata per rendertene conto.

Se poi vuoi accedere a qualche spettacolo puoi benissimo farlo: tanti sono i centri culturali in cui si canta, si danza e si recita. Tra tutti ovviamente in primis abbiamo l’arena, ma anche il teatro romano propone sempre produzioni di qualità. Gustati un concerto o uno spettacolo e poi ritagliati uno spazio di silenzio lungo l’Adige: ne vale la pena.

Come arrivare a Verona

L’ultima cosa da vedere prima di partire è come arrivare a Verona. Se vieni dalle regioni limitrofe, non ti sarà molto difficile arrivarci comodamente in auto: l’autostrada A4 Serenissima Milano – Venezia, uscendo a Verona Sud o la A 22 Brennero – Modena, raggiungendo il raccordo con la A4 in direzione Venezia con uscita a Verona Sud sono le soluzioni che puoi adottare.

Anche in treno non ci sono particolari problemi: stazione infatti è a una decina di minuti a piedi dal centro. La stazione è Verona Porta Nuova. Non manca chi arriva in aereo: c’è infatti l’aeroporto Valerio Catullo di Villafranca a circa 10 km dal centro. C’è poi un autobus navetta che ti porterà facilmente verso il centro città.

Immagine di anteprima: pixabay.com

LASCIA UN COMMENTO »